MENU

Seppie in zimino

PinIt

Ingredienti e quantità

Per 4 persone

800 g di seppie pulite

500 g di spinaci freschi (o erbette o bietole)

400 g di polpa di pomodoro

2 filetti di acciuga sott’olio

2 spicchi di aglio

un ciuffetto di prezzemolo

mezzo bicchiere di vino bianco

olio extravergine di oliva

1 peperoncino

sale

 

Il consiglio del Vinaiolo

Un Bombino Nero, vitigno autoctono pugliese.Pare che il suo nome derivi dalla particolare forma dei suoi grappoli, somiglianti ad un bambino (bombino in pugliese) con le braccia alzate, o dal fatto che abbia una resa eccellente da cui buonvino.
Viene macerato brevemente con le bucce e la fermentazione avviene a basse temperature, cosa che ne esaltai profumi ed i colori.
La buona struttura ed i suoi profumi fanno si che si accompagni bene a piatti di pesce elaborati.

www.ilvinaiolo.it

Tempi

Preparazione 15 minuti

Cottura 1 ora

Difficoltà

difficolta

Preparazione

Sciacquate le seppie e tagliatele a listarelle. Lavate bene gli spinaci, sgrondateli e spezzettateli con le mani.

Sbucciate l’aglio e traitelo con il prezzemolo e un pezzetto di peperoncino (a piacere).

Fate rosolare in una casseruola il battuto di aglio con 3 cucchiai di olio e le acciughe sgocciolate, quando inizia a sfrigolare unite le seppie, mescolatele per far prendere loro colore, poi sfumatele con il vino bianco.

Unite gli spinaci, pochi per volta, continuate a mescolare e lasciateli appassire appena. Coprite tutto con la passata di pomodoro e 1 bicchiere di acqua e lasciate cuocere a fuoco basso per circa un’ora coperte.

Controllate durante la cottura che ci sia sempre abbastanza liquido, altrimenti aggiungete un po’ di acqua. A fine cottura salate e regolate di peperoncino.

Dai miei appunti

Se trovate delle seppioline molto piccole potete lasciarle intere, altrimenti tagliate a listarelle le sacche e a pezzetti i tentacoli.

Quando scegliete la casseruola fate attenzione che sia ampia, perché soprattutto all’inizio gli spinaci occupano molto spazio. Anche per questo vanno aggiunti un po’ alla vota, perché prima devono appassire e quindi ridursi di dimensione.

I molluschi vanno sempre salati a fine cottura, in questo modo rimangono più morbidi e non risultano gommosi.

La scelta della verdura a foglia è per personale: gli spinaci sono molto facili da trovare, le bietole o le erbette a seconda della stagione. In ogni caso sono tutti ortaggi a foglia larga verde di sapore simile.

Commenta questa ricetta

Commenta per primo

avatar